La grandezza del web, lo spettacolo della tv…dal 2009

FUTURO GIOVANE (PU), FUSIONE VALMETAURO: TRE O QUATTRO COMUNI?

Francesco Tadei ed Alessandro Urbinelli (Futuro Giovane Pesaro Urbino)

Questa mattina abbiamo protocollato un’istanza al sindaco di Saltara per chiarimenti formali riguardo la discussa fusione tra i comuni del comparto Valmetauro.
Ieri sera (10/12/2015), abbiamo partecipato all’assemblea pubblica con tema fusione dei comuni alla quale erano presenti i Sindaci di Saltara, Serrungarina, Cartoceto e Montemaggiore.

pubblicità

pubblicità

Abbiamo con rammarico avuto la conferma che, stanti le attuali condizioni, Cartoceto non parteciperà alla fusione.
Il Sindaco Rossi ha avanzato dubbi sulle tempistiche troppo strette proposte dagli altri sindaci, i quali sono d’accordo a far partire l’iter burocratico già a gennaio 2016 che porterà ad un referendum (sulle modalità di svolgimento del quale si apre un mondo e non è chiaro se sia vincolante o meno!) nel maggio/giugno dello stesso anno e, subordinatamente alla ratifica da parte della Regione Marche, alla effettiva fusione (con annesse elezioni) nella primavera del 2017.

Francesco Tadei ed Alessandro Urbinelli (Futuro Giovane Pesaro Urbino)

Francesco Tadei ed
Alessandro Urbinelli (Futuro Giovane Pesaro Urbino)

Inoltre il Sindaco di Cartoceto ha chiesto che venisse redatto uno studio di fattibilità adeguato prima di smuovere la macchina burocratica.
A questo proposito abbiamo chiesto la medesima cosa nella sopra detta istanza, consegnata stamattina (11/12/2015) al Comune di Saltara, affinché tramite tale studio, vengano considerati appieno tutti gli aspetti di sviluppo e le potenzialità del territorio, in moda da poter proporre un piano serio per poter contare sul territorio e far ripartire l’economia della zona.
Con questo non vogliamo dire di essere contro la fusione, al contrario si chiede che le cose vengano fatte a regola d’arte, senza fretta, per poter garantire i massimi vantaggi possibili con i minimi rischi.
La fusione è un’occasione importante, una svolta epocale per il nostro territorio che permetterebbe di avere un peso economico-politico centrale nella provincia e nella regione.
Auspichiamo che si convenga ad un accordo che possa accontentare tutti e che si pensi in primis ai cittadini, ai loro bisogni e soprattutto, come giovani, chiediamo che ci si muova pensando al futuro, con coraggio e leatà, tralasciando inutili tecnicismi e giochi politici che hanno già abbastanza rovinato il Paese.

da: Coordinamento provinciale di Futuro Giovane Pesaro-Urbino, Francesco Tadei ed
Alessandro Urbinelli


Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*