La grandezza del web, lo spettacolo della tv…dal 2009

Acqualagna 2018: il mood è “Truffle experience”. Dal 28 ottobre all’11 novembre il prezioso tartufo arriva in piazza con tante celebrità

Tartufo Acqualagna 2018

Per la 53° Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna, in programma il 28 ottobre, 1, 2, 3, 4, 10 e 11 novembre, la parola d’ordine sarà “Truffle Experience”.

Acqualagna regala emozioni al Tartufo in una nuova e ricca edizione capace di fare vivere più esperienze di valore legate al Tartufo Bianco di Acqualagna, famoso in tutto il mondo”. Il Sindaco Andrea Pierotti a Roma, nello splendido complesso monumentale del Pio Sodalizio dei Piceni, ha illustrato le novità dell’edizione 2018. “Tra le esperienze da vivere a 360° ci sarà la straordinaria apertura del Museo del Tartufo, un nuovo racconto sul mondo del tartufo dedicato al grande pubblico, famiglie con bambini, scuole e gruppi di turisti, curiosi e appassionati, attraverso un approccio pluri-sensoriale, fortemente interattivo grazie alle tecnologie digitali e a realtà virtuali. Una “truffle experience” da vivere in modo personale e intenso tra mappe olfattive, teatro virtuale, libreria digitale e food tasting per offrire ai visitatori un mondo ricco di emozioni. Protagonista sarà il Tartufo Bianco – ha sottolineato il Sindaco – a partire da Piazza Mattei, la piazza più profumata al mondo. E poi tantissimi eventi nel Salotto da Gustare per i coking show degli chef stellati , tra i più attesi quello con il Maestro della cucina italiana, lo chef pluristellato Igles Corelli”

 

Presente a Roma il vice Presidente del Consiglio regionale delle Marche, Renato Claudio Minardi: “Acqualagna si è sempre distinta nella raccolta, nella trasformazione e nel commercio del pregiato fungo ipogeo, un prodotto che si trova tutto l’anno e che contraddistingue la zona come Distretto economico del Tartufo. Proprio la legge nazionale del 1985 riconosce la varietà Tuber Magnatum Pico detto volgarmente tartufo bianco del Piemonte o di Alba e tartufo bianco Acqualagna. Una legge che distingue due poli di produzione italiani tra cui Acqualagna divenuta punto di riferimento economico a livello internazionale. Intorno alla Fiera,  al principe della cucina, è nata una grande economia per tutto il territorio. Sappiamo quanto sia importante l’enogastronomia per il turismo italiano, in questo caso per scoprire tutte le bellezze delle Marche”.

 

“Lavoriamo con tanta passione il tartufo da oltre trent’anni. Ha detto in conferenza –l’imprenditrice Lorenza Marchetti di T&C azienda di tartufi di Acqualagna main sponsor della Fiera:  Oltre a occuparci di commercio in tutto il mondo (America e Corea del Nord) ogni settimana organizziamo per i nostri clienti o per i giornalisti la ricerca del tartufo che considerano un’esperienza straordinaria come tutto il mondo legato a questa risorsa preziosa”.

 

Il Sindaco Andrea Pierotti ha illustrato alla stampa romana il ricco programma: Saranno dodici in totale gli appuntamenti con i cooking show. Tra i più importanti segnaliamo inoltre: Giorgione di Gambero Rosso, Daniele Persegani, la food blogger Valentina Scarnecchia, Valeria Piccini, Roberto Di Pinto. La grande cucina del Salotto da gustare, firmata Pedini cucine, avrà il prezioso supporto della brigata da cucina dell’Associazione Professionale Cuochi italiani (APCI) guidati dallo chef Antonio Bedini. Condurrà i cooking show Lino Balestra di Fano Tv.

E poi ancora esibizioni, sfide tra vip in cucina, spettacoli e degustazioni, mostre, laboratori didattici e creativi per adulti e bambini. Per i più piccoli, il Parco Tartufo Bambini per vivere l’appassionante ricerca del tartufo e ancora “Il decoratore di ceramica artistica” e”I Riciclosauri”: la mostra di dinosauri appartenenti al Museo sito in zona Furlo di Acqualagna.

Un momento della conferenza stampa di presentazione del tartufo di Acqualagna 2018 a Roma

 Sarà inaugurata, per l’edizione 2018, l’Enoteca Regionale a cura dell’Istituto Marchigiani di Tutela Vini e Bianchello d’Autore, vino ufficiale della 53^ Fiera, progetto sostenuto da IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini.
Doc marchigiana, il Bianchello del Metauro accompagnerà i grandi piatti degli chef protagonisti del “Salotto da Gustare” e illuminerà le cucine di tutti i ristoranti di Acqualagna per un abbinamento raffinato e autentico, proprio come le due eccellenze simbolo della provincia di Pesaro e Urbino. L’Enoteca sarà curata dall’Associazione Italiana Sommelier, delegazione Montefeltro, che guiderà i visitatori all’assaggio di circa 27 etichette di  vini. Ogni giorno, alle ore 18, sarà previsto un momento di approfondimento e degustazione “Alla scoperta di un vino dal sapore autentico” dedicati a ciascun produttore.

 

Con l’iscrizione gratuita al “Club Amici di Acqualagna Capitale del Tartufo“, si possono ricevere info e suggerimenti utili come il pratico “Ricettario del tartufo” oppure le quotazioni del mercato del Tartufo. Per essere sempre informati sui prezzi esiste, infatti, la Borsa del Tartufo online, unica in Italia e consultabile al sito del comune.

Informazioni complete sul programma dell’edizione 2018 sono disponibili sul sito del comune: www.acqualagna.com

 


Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*